Fuchs Helikopter

L’azienda Fuchs Helikopter, che ha la sua sede a Schindellegi nel canton Svitto, è stata fondata nel 1974 da Robert Fuchs (1928-2006).
Quest’ultimo a partire dal 1952 iniziò a sviluppare, costruire e commercializzare vari prodotti per la distribuzione dell’energia elettrica quali per esempio le cabine elettriche di trasformazione prefabbricate costruite in cemento. Nel 1958 fondò l’azienda individuale Robert Fuchs-Bamert (il secondo nome era quello della moglie Maria deceduta nel 2005).
Grazie alle vendite di questi prodotti l’azienda si sviluppò costantemente arrivando ad occupare una cinquantina di impiegati.
Robert Fuchs era però anche un appassionato d’aviazione. Nel 1966 iniziò la scuola di volo ottenendo la licenza di pilota privato d'aeroplano l’anno successivo.
Un giorno all’inizio degli anni ‘70 l’imprenditore svittese ebbe modo di osservare da vicino lo Hughes 500. Attratto dal nuovissimo apparecchio, che faceva il suo esordio in Svizzera, decise di acquistarne uno e di conseguire la licenza di elicotterista.
Dopo aver frequentato un corso di pilotaggio presso la Heliswiss, il 16 novembre 1971 l’Ufficio federale dell’aviazione civile (UFAC) gli rilasciò la licenza di pilota privato d’elicottero n° 124.

Lo Hughes 369HE HB-XDO venne acquistato da Robert Fuchs nel 1971 (HAB)

Pressoché contemporaneamente acquistò lo Hughes 369HE HB-XDO che utilizzò per i suoi voli privati fino al 1973 quando fu sostituito dallo Hughes 369HS HB-XEE.
Grazie ad un permesso speciale per effettuare atterraggi esterni rilasciato dall’UFAC, questi apparecchi erano spesso basati a Schindellegi presso la sede della ditta.

L’eliporto di Schindellegi

Dal momento che i voli erano però sempre più frequenti e che l’interesse per l’elicottero era pure crescente, Robert Fuchs decise di fondare una compagnia d’elicotteri, la Fuchs Helikopter appunto.
L’8 maggio 1974 inoltrò all’Ufficio federale dell’aviazione civile (UFAC) una richiesta per la costruzione e l’esercizio di un piccolo eliporto a Schindellegi.
Sentiti gli avvisi delle varie autorità l’UFAC il 25 novembre 1975 rilasciò l’autorizzazione d’esercizio, seguita pochi giorni dopo il 1° dicembre da un permesso per gestire una scuola di volo per piloti d’elicottero basata però inizialmente sull’idilliaco aeroporto di Wangen-Lachen situato poco distante.
A partire dal 6 febbraio 1976 la Fuchs Helikopter venne autorizzata ad eseguire trasporti commerciali, e parallelamente ad effettuare la manutenzione dei propri aeromobili. 
I primi apparecchi utilizzati furono il già citato Hughes 369HS (500C) HB-XEE e lo Hughes 269C HB-XFL.

Lo Hughes 269C HB-XFL fotografato all'aeroporto regionale di Samedan (A. Heumann - www.swissandmore.de)
Lo Hughes 369HS/500C HB-XEE fotografato a Samedan (A. Heumann - www.swissandmore.de)


Oltre all’attività aerea la Fuchs Helikopter iniziò quasi subito a svolgere l’attività di rappresentante generale per la Svizzera, il Principato del Liechtenstein e l’Austria degli elicotteri della serie Hughes 269 e 369 (e in tempi più recenti di altri modelli come il Sikorsky (ex Schweizer) S-333, l’MD520, 600 e 900.
Il primo pilota-istruttore nonché meccanico della neo-costituita Fuchs Helikopter fu Werner Stokmaier (1943-1988), che sposò Elisabeth Fuchs, figlia del titolare dell’azienda.
Il padre trasmise ad Elisabeth la passione per l’aviazione, tanto che nel 1975 ottenne tra le prime donne in Svizzera la licenza di pilota d’elicottero. Con l’aumento dell’attività di volo vennero assunti nuovi piloti e meccanici.

L’arrivo del Notar

Nel corso degli anni ’70 e ’80 la compagnia utilizzò vari apparecchi della serie Hughes 269C, 500D e 500E. Diversi di questi furono poi venduti all’estero, soprattutto in Italia.
Da sempre attenta a contenere al massimo le emissioni foniche, la Fuchs Helikopter nel 1992 è stata la prima compagnia aerea in Europa a dotarsi dell’apparecchio MD 520 Notar (No Tail Rotor, ossia senza rotore di coda) che è uno degli elicotteri più silenziosi mai prodotti.

MDD 500E HB-XRV (Fuchs Helikopter)
Il MDD 520N HB-XUJ è stato il primo Notar ad entrare in servizio in Europa (Fuchs Helikopter)


Nel 1995 l’azienda ha messo in servizio il bimotore MD900 Explorer. Attualmente un apparecchio analogo appartenente alla compagnia svittese è stato noleggiato ad un operatore austriaco che lo impiega come eliambulanza.
La flotta odierna conta 3 S-269C, 2 S-333, 1 MD500E, 1 MD520N, 1 MD600N ed infine un MD900 Explorer. I primi vengono utilizzati principalmente per la scuola di volo, il noleggio a privati e i voli fotografici. Con gli altri apparecchi vengono effettuati voli passeggeri e panoramici, trasporti VIP, voli fotografici e riprese aeree (vera e propria specialità di questa ditta) e ispezioni delle linee elettriche.

Il MDD 900 Explorer HB-ZKE provvisto della telecamera Cineflex fotografato all'aeroporto di Lugano-Agno (www.airphototicino.com)

La funzione di capo-pilota da molti anni è occupata da Sandro Brugnoli, il quale vanta una notevole esperienza di volo con tutti gli apparecchi sopra menzionati.
Nell’hangar-officina della Fuchs Helikopter, ampliato negli anni ‘90 viene effettuata la manutenzione e la revisione degli elicotteri. Oltre all’importazione dei modelli già indicati l’azienda funge da rappresentante delle benne dell’acqua bamby bucket prodotte della SEI Industries e dei vari componenti per elicotteri prodotti dalla Tech-Tool Plastics Inc di Fort Worth.
La qualità dei servizi offerti da questa azienda attiva nel settore dell’ala rotante da oltre 35 anni è testimoniata dalla sua numerosa clientela sia in Svizzera che all’estero.
Come già detto la Fuchs Helikopter si è specializzata nelle riprese aeree a partire dal 1983 e in tempi più recenti nel controllo aereo delle linee ad alta tensione.
Molti non sanno che le riprese aeree di importanti eventi sportivi quali per esempio il Tour de Suisse e la gara di sci del Lauberhorn, o ancora i documentari di Swissview che mostrano la Svizzera dall’alto, vengono effettuate proprio con i suoi elicotteri provvisti di apparecchiature per le riprese ad alta definizione prodotte dalla Cineflex.
Dopo il decesso di Robert Fuchs la conduzione dell’azienda è passata nelle competenti mani della già citata Elisabeth Stokmaier-Fuchs.

Link al sito ufficiale della compagnia: http://www.fuchshelikopter.ch/index_de.cfm

HAB 01/2012