1961

5-11 luglio - L'azienda francese Sud Aviation presenta gli apparecchi SE 3160 Alouette III F-WJSB e SE 3130 Alouette II F-BHOF equipaggiato per le riprese aeree. 
Il 6 luglio l'Alouette III pilotato da Jean Boulet effettua una serie di voli di prova sull'aeroporto di Ambrì/TI dove si sta tenendo un corso per elicotteristi. L'11 luglio i due apparecchi effettuano delle dimostrazioni di volo all'aeroporto di Belp/Berna.

25 agosto - La 19enne Heidi Berger è la prima donna pilota d'elicotteri ad attraversare le Alpi svizzere. Partita dall'aeroporto di Speck-Fehraltdorf/ZH a bordo di un Brantly B.2 raggiunge Samedan/GR.


1962

Luglio - Giunge in Svizzera per conto della Heliswiss il Sikorsky S-58C F-OBON della compagnia francese Gyrafrance. L’elicottero viene utilizzato per trasportare del materiale per la costruzione di una linea elettrica in Engadina/GR. I carichi del peso di 350-400 kg vengono depositati a 3'000 metri di quota.


1963

L'Agusta-Bell 204B HB-XBN pronto per essere consegnato all'Heliswiss

La Heliswiss riceve i primi due elicotteri Agusta-Bell 204B per soddisfare la crescente richiesta di trasporti pesanti. Gli apparecchi immatricolati HB-XBN e HB-XBO possono sollevare un carico esterno di 1'000 kg.
Questa capacità verrà incrementata successivamente a 1'500 kg grazie all’adozione di un turbomotore più potente e nuove pale. Ai comandi di questi apparecchi si alternano inizialmente i piloti Walter Demuth, Alfred Glauser, Helmut Hugh e Jacques Pascal Castaing.


1964

Per far fronte ad una richiesta di trasporto eccezionale la Heliswiss noleggia in Germania l’elicottero Sikorsky S-64A Sky Crane. L’apparecchio viene usato sul passo del Lucomagno per trasportare varie parti per la costruzione di un impianto di trivellazione.
Ai comandi del grosso apparecchio vi sono l'americano Jack Porth (pilota Sikorsky), il co-pilota tedesco Heinz Hofmann (pilota VFW) nonché l'ingegnere di bordo Ulrich Heider (VFW).
Il materiale (peso complessivo circa 114 tonnellate) è depositato ai lati della strada nei pressi dell'alpe Casaccia (1'820 m/sm) e viene trasportato in una trentina di rotazioni a Gana Bubaira (2'180 m/sm). Alcuni elementi dell'impianto pesano quasi 7 tonnellate.
E' la prima volta che un Sikorsky S-64A Sky Crane viene usato per trasporti in alta montagna.


1965

Giugno – Inizia la sua attività in Ticino l’Agusta-Bell 47G-3B-1 HB-XBY acquistato dall’imprenditore Claudio Valsesia. Alcuni mesi più tardi l'apparecchio è ufficialmente battezzato “Eli Ticino” durante una cerimonia organizzata a Giubiasco.

1° agosto - In Vallese viene costituita ufficialmente la compagnia Air Glaciers diretta da Bruno Bagnoud. I primi due piloti della neo-fondata società di trasporti aerei sono Hermann Geiger e Fernand Martignoni.

6 agosto - Giunge a Sion pilotato da Hermann Geiger l'elicottero SE 3160 Alouette III HB-XCB acquistato dalla neocostituita Air Glaciers. Questo apparecchio è il primo Alouette III civile ad essere immatricolato in Svizzera.


1966

Il Mil Mi-6 Hook CCCP-06174

18 aprile – Atterra a Belp il gigantesco elicottero russo Mil Mi-6 immatricolato CCCP 06174 pilotato dal capitano Vassily P. Koloshenko. L'apparecchio sorprende tutti per le sue colossali dimensioni e la sua enorme capacità di carico. Le due turbine Soloviev D-25B sviluppano una potenza complessiva di 8'206/11'000 kW/cv e permettono a questo gigante di sollevare un carico interno fino a 12 tonnellate (fino a 9 t per i carichi sospesi), oppure 65 passeggeri. Il suo peso massimo al decollo può raggiungere 42,5 tonnellate! Nei giorni successivi per conto della Heliswiss viene impiegato per effettuare alcuni trasporti eccezionali. Tra questi la posa di piloni in cemento del peso di 7 tonnellate ad Herisau, il trasporto di una delle due cabine per la teleferica dello Schilthorn pesanti ca. 5 tonnellate ed il tetto dello stabile dell'Ufficio federale dei pesi e delle misure del peso di 7 tonnellate trasportato da Burgdorf a Wabern. 
Al termine dei voli i russi offrono all'Heliswiss la possibilità di acquistare l'apparecchio insieme ai pezzi di ricambio per 7 milioni di Frs. L'accordo per varie ragioni (in primis finanziarie) non viene comunque sottoscritto.

L'SA 321 Super Frelon F-ZWWJ a Sion
L'SA 321 Super Frelon F-ZWWJ a Sion

24-29 maggio - Viene presentato in Svizzera l'elicottero francese SA 321 Super Frelon F-ZWWJ pilotato da Gérard Henry. Il 25 maggio l'apparecchio trasporta 93 tonnellate di materiale nella regione del Gebidem/VS. Vari altri trasporti seguono nei giorni successivi. Alcuni dei carichi pesano fino a 4,3 tonnellate. Il 28-29 maggio l'elicottero partecipa al meeting aviatorio di Sion dove trasporta una squadra di pompieri con il loro equipaggiamento.

Hermann Geiger 1914-1966
Hermann Geiger 1914-1966

24 agosto - Istruito da Jean Seydoux Manfredo Marazza diviene il primo ticinese ad ottenere la qualifica di pilota professionale di elicotteri nel campo civile (il primo elicotterista ticinese è stato il pilota militare Vivando Formentini). 

26 agosto - Il pilota vallesano Hermann Geiger, uno dei più famosi pionieri del volo alpino, perde la vita in un incidente d'aeroplano sull'aeroporto di Sion dopo che il suo Piper si scontra con un aliante.

18-22 settembre - Sulla Kleine Scheidegg la GASS organizza il 1° simposio internazionale dedicato al soccorso aereo. Vengono presentate alcune importanti novità come per esempio la nuova rete per il trasporto orizzontale dei feriti.


1967

22 marzo - L'elicottero francese SA 321 Super Frelon F-WJUX si trova in Svizzera per effettuare il trasporto della cupola dell'os-servatorio dello Jungfraujoch (3'573 m/sm) pesante 1'400 kg. Il tentativo di posare il carico però per varie ragioni fallisce. 
Costretto a rientrare alla base per mancanza di carburante il pilota Jean Boulet incrementa la velocità. Poco dopo il carico si distacca e precipita distruggendosi su un pendio nevoso del Grisighorn a sud di Briga.

5 maggio - In un banale quanto tragico incidente di volo perde la vita Hans Beat Burgunder, fotografo d'aviazione, pubblicitario e produttore di documentari. L'elicottero sul quale si trova per effettuare una serie di fotografie aeree nel corso del volo di rientro verso la base precipita in un bosco dopo che il motore si è spento per mancanza di carburante fuoriuscito dopo un guasto all'impianto di alimentazione.

giugno – Atterra all’aeroporto di Ginevra-Cointrin, proveniente dal salone aeronautico di Parigi, il prototipo del nuovo elicottero americano Hughes 500 immatricolato N9000F. L’apparecchio presentato alla stampa è derivato dalla versione militare OH-6A ed è pilota per l'occasione da Hal Hawkins. L’elicottero compie per la seconda volta un tour promozionale in tutta Europa.
Date un’occhiata al video girato a Ginevra: http://archives.tsr.ch/player/integrale-mcar670608

12 settembre - Per conto della ditta Aztec SA viene immatricolato il primo Jet Ranger. Si tratta dell’Agusta-Bell 206A Jet Ranger HB-XCF equipaggiato con una turbina Allison 250-C18 che sviluppa una potenza massima al decollo di 236/317 kW/cv. 
L'anno seguente questo elicottero appare brevemente nel sesto film della serie James Bond “Agente 007 - Al servizio segreto di Sua Maestà”.


1968

Il mulo di Florian Iten attende l'arrivo dell'elicottero
L'Agusta-Bell 206A Jet Ranger HB-XCL
L'HB-XCU durante un esercizio di salvataggio

13 gennaio - Il pilota della Heliswiss Ueli Bärfuss riceve dalla centrale della GASS un incarico speciale. Servendosi dell'Agusta-Bell 47G-3B-1 HB-XBW deve portare soccorso ad un anziano contadino di montagna rimasto isolato insieme al suo mulo dopo una forte nevicata. L'uomo lascia la cascina dell'Alp Hinter Tersana/GR solo dopo che l'animale viene trasportato al sicuro in paese. E' la prima volta che la GASS impiega i suoi mezzi anche per il soccorso degli animali.

Aprile – Nella nota località turistica di Zermatt inizia ufficialmente la sua attività di volo l’omonima compagnia di elicotteri (Air Zermatt). Per i suoi trasporti utilizza un Agusta-Bell 206A Jet Ranger affidato al pilota germanico Günther Amann.

20 dicembre - La GASS acquista il suo primo elicottero a turbina. Si tratta dell'Agusta-Bell 206A Jet Ranger immatricolato HB-XCU. L'apparecchio serve per far fronte ai bisogni della Svizzera centro-orientale (dove l'elicottero è ancora poco presente) e rimane in servizio per alcuni anni prima di essere sostituito con il più spazioso e performante Alouette III.


1969

Robert Stierlin fotografato il giorno precedente il fatale incidente

16 maggio – Lo svizzero Robert Stierlin noto nel mondo dell'aviazione sportiva per i suoi elicotteri auto-costruiti perde la vità assieme al suo passeggero in un incidente mentre collauda il suo quinto apparecchio (vedi foto).
A partire dal 1948 Stierlin aveva costruito 5 apparecchi, 4 dei quali furono testati con successo dallo stesso inventore.


1970

24-26 settembre - Nel corso del 2° simposio internazionale di elicotteri organizzato dalla GASS sulla Kleine Scheidegg l'Alouette III HB-XDA della Air Zermatt mostra la possibilità di effettuare interventi diretti anche su pareti ripidissime.
L'elicottero, equipaggiato con un verricello elettrico, cala sulla famosa parete nord dell'Eiger degli alpinisti che poi recupera.