I primi meccanici d'elicottero

Con l’arrivo in Svizzera dei primi elicotteri gli operatori furono ovviamente tenuti a formare il personale necessario per garantirne il perfetto funzionamento.
Questi aeromobili richiedono infatti una manutenzione ed una revisione periodica che può variare notevolmente a dipendenza della loro complessità. Gli stessi fabbricanti nonché le vigenti norme tecniche nazionali ed internazionali fissano severe prescrizioni per quanto riguarda i lavori di manutenzione e revisione. Analogamente ai veicoli stradali, anche gli elicotteri devono disporre di un certificato d’ammissione alla circolazione aerea e devono essere iscritti in un registro ufficiale. Il certificato garantisce che l’aeromobile soddisfa tutti requisiti tecnici e quelli stabiliti dalle varie legislazioni applicabili.
La Air Import nell’estate del 1949 acquistò l’Hiller 360 HB-XAI, il primo elicottero civile immatricolato in Svizzera. Dal momento che i lavori di manutenzione degli aeromobili della Air Import erano effettuati dalla Pilatus, quest’ultima si attivò per formare il personale necessario. Il primo meccanico di elicotteri è stato quasi certamente Reinhold Günthard (1914-1973). Quest’ultimo dopo le scuole dell’obbligo seguì un apprendistato quale meccanico ed in seguito lavorò come meccanico d’aeroplani per conto della Alfred Comte Schweizerische Flugzeugfabrik. Passò successivamente alla Willi Farner Flugzeugbau di Grenchen, mentre durante il secondo conflitto mondiale si occupò della manutenzione degli aeroplani militari. Al termine del conflitto venne assunto dalla Pilatus Flugzeugwerke di Stans. Günthard nell'agosto del 1949 venne inviato in Francia presso la Helicop-Air (che era il distributore per l’Europa degli elicotteri Hiller) a perfezionarsi come meccanico di elicotteri. Contemporaneamente Albert Villard, che fu il primo pilota di elicotteri in Svizzera, frequentò la scuola di volo ed ottenne la licenza di pilota. Günthard per i lavori di manutenzione era assistito dal capo-tecnico della Air Import Guy Warnez, un cittadino belga che era pure in possesso della licenza di pilota e dal collega Roth. Il 1° marzo 1950 la Air Import assunse quale meccanico di elicotteri Walter Demuth, che poi ottenne la licenza di pilota commerciale d’elicottero, e successivamente Josef "Seppi" Knecht. I lavori di manutenzione erano svolti dalla Air Import mentre le revisioni erano effettuate presso la Pilatus. Insieme a Demuth lavorarono poi altri nuovi meccanici di elicotteri come Ernst Bänzinger ed Hans Hunger.
Nell’autunno del 1953 la Schweizerische Helicopter AG iniziò la propria attività servendosi di elicotteri Bell 47G. La società bernese affidò alla Alpar la manutenzione e la revisione dei propri apparecchi. A tal riguardo l’allora capo-meccanico Jean Seydoux (che poi ottenne la licenza di pilota professionale d’elicottero) venne inviato a Parigi presso la Fenwick Aviation per seguire un corso di formazione sugli elicotteri della serie Bell 47. Kurt Haldimann già meccanico di aeroplani per la Alpar venne anch’egli istruito quale meccanico di elicotteri insieme ai colleghi Eduard Krebs e Peter Röhm.
In Vallese ad occuparsi del Bell 47J Ranger HB-XAU utilizzato da Hermann Geiger fu inizialmente il già citato Ernst Bänzinger assistito da Fernand Martignoni. Quest'ultimo infatti lavorò per conto dell’Aero Club vallesano inizialmente come meccanico e poi come pilota di aeroplani e di elicotteri. Nell’estate del 1958 Armand Geiger (nipote del celebre pilota dei ghiacciai Hermann Geiger) frequentò presso l’Agusta un corso di specializzazione sugli elicotteri della serie Bell 47J Ranger. Potè quindi occuparsi autonomamente dei lavori di manutenzione di questo apparecchio, anche se per le revisioni e i controlli periodici più importanti l’apparecchio fu inizialmente affidato ai tecnici dell’Agusta.

HAB 02/2010

Josef "Seppi" Knecht della Air Import
Edy Krebs, Ernst Bänzinger e Jean Seydoux della Heliswiss
Kurt Haldimann della Heliswiss
Armand Geiger della SVACS / Air Glaciers